Bambino con la febbre. La mamma gli prova la temperatura.

La febbre nei neonati

Cosa fare in caso di febbre? Come controllare la temperatura del bambino?

Debolezza generalizzata, affaticamento e temperatura corporea elevata sono tutti sintomi della febbre. Nei bambini piccoli è particolarmente comune ed è normale preoccuparsi quando il vostro piccolo avventuriero si ammala, ma la febbre altro non è che una reazione di difesa del corpo. In questo articolo vi spieghiamo, tra le altre cose, cos'è la febbre, come gestire la temperatura del bambino e quando consultare il medico.

Cos'è la febbre?

La febbre non è una malattia ma il sintomo di una reazione di difesa naturale dell'organismo, che spesso combatte contro infezioni o infiammazioni. L'aumento della temperatura corporea rallenta o impedisce la moltiplicazione degli agenti patogeni. È un meccanismo di difesa naturale estremamente efficace. Quindi, anche se siete comprensibilmente preoccupati di vedere il vostro piccolo avventuriero febbricitante, di solito non c'è motivo di allarmarsi; è solo la testimonianza dell'efficacia del sistema immunitario del vostro piccolo. Rispetto ai bambini più grandi e agli adulti, i bambini hanno la febbre più spesso perché per provocarla basta una semplice infezione innocua: il loro meccanismo di difesa è particolarmente vigile.

Prova subito i pannolini LILLYDOO!

I nostri pannolini sono formulati per pelli sensibili e sono super assorbenti. E le fantasie? Carinissime! Scoprili ora!

Come capire se un bambino ha la febbre?

La febbre, nei bambini piccoli, non è sempre segnale di una malattia. Durante le calde giornate estive o quando il piccolo avventuriero è particolarmente attivo, infatti, il termometro può superare i 38 gradi Celsius, anche se il piccolo è in ottima forma. Anche la dentizione può causare febbre: alcuni bambini hanno febbre a ogni dentino che spunta!

Tuttavia, se oltre ad essere febbricitante, vostro figlio ha altri sintomi come naso che cola, piedi e mani freddi, debolezza generalizzata e temperatura corporea superiore a 38,5 gradi Celsius, potrebbe trattarsi di un'infezione. Spesso è possibile vedere l'aumento della temperatura corporea semplicemente guardando il viso del bambino. La pelle delle guance diventa rossa e calda al tatto, gli occhi sono vitrei o sembrano stanchi. Molti bambini piccoli sono scontrosi e si rifiutano di mangiare quando hanno la febbre. Se sospettate da questi sintomi che il vostro bambino abbia la febbre, meglio misurare la temperatura per verificare.

Quando è che si considera febbre?

La temperatura corporea normale per un bambino è compresa tra 37 e 37,5 gradi Celsius. Di norma, è più alta la sera che al mattino. Quando la temperatura va dai 37,6 gradi Celsius fino a oltre i 38 gradi, invece, si può dire che il bambino abbia la febbre. Se il termometro mostra una temperatura superiore a 39 gradi, è meglio portare il piccolo dal medico.

Scopri l'App LILLYDOO

Scopri gli articoli dedicati a te, gestisci il tuo abbonamento di pannolini e le tante attività divertenti per te e il tuo piccolo. Con l'app LILLYDOO, puoi fare tutto comodamente dal tuo smartphone!

Come misurare la temperatura di un bambino?

Anche se è un po' scomodo per te o sei preoccupato di ferire il tuo piccolo avventuriero, otterrai un risultato più accurato misurando la temperatura del tuo piccolo per via rettale (nelle natiche). Dopo esservi lavati accuratamente le mani, pulite il termometro con acqua e sapone e sciacquatelo; inseritelo a circa 2 centimetri di profondità nell'ano. Potete ricoprire l'estremità del termometro con un po' di vaselina per facilitarne l'inserimento. Per far stare il bambino più rilassato, raccontategli una storia o cantategli una filastrocca.

Molti genitori trovano più facile misurare la temperatura quando il loro bambino è in braccio, e non sdraiato completamente a pancia in giù. Provate ciò che funziona meglio per il vostro piccolo avventuriero. Dopo ogni utilizzo si raccomanda di pulire accuratamente il termometro.

Misurare la temperatura per via orale è una buona alternativa; se puoi assicurarti che il termometro sia sotto la lingua e che la bocca sia ben chiusa. È generalmente raccomandato per i bambini di età superiore ai cinque anni e per avere il risultato corretto al risultato ottenuto bisogna aggiungere 0,5 gradi.

La temperatura ascellare (sotto l'ascella) spesso non è raccomandata perché imprecisa. Tuttavia, può dare velocemente una prima idea della temperatura del bambino.

Il termometro auricolare non è raccomandato per i neonati, poiché il loro condotto uditivo è ancora troppo stretto per inserire il dispositivo. Potete quindi usarlo se il vostro bambino ha almeno due anni. Consente una misurazione semplice e veloce, ma il suo risultato può essere disturbato dalla presenza di cerume.

Quando si utilizza un termometro, seguire le regole igieniche prima e dopo ogni utilizzo.

Cosa fare in caso di febbre?

Anche se di solito in caso di febbre leggera non c'è nulla di cui preoccuparsi, è meglio monitorare da vicino il piccolo. In caso di dubbio, non esitate a consultare il vostro pediatra o il pronto soccorso, soprattutto se la temperatura è molto alta. Può essere segno di una grave malattia.

Se il bambino ha la febbre lieve o moderata, la tollera bene e non è in pericolo, potete aiutare la guarigione del vostro piccolo pesciolino in questo modo:

RIPOSO

Riposo e ore di sonno sufficienti sono essenziali per il recupero. Se il bambino ha già mosso i primi passi, è meglio aspettare che non abbia più la febbre prima di riprendere l'avventura. Suggerite attività tranquille o una passeggiata in passeggino. Il bambino non dovrebbe andare all'asilo fino a quando non è tornato alla temperatura corporea normale per più di 24 ore.

MANGIARE E BERE

In caso di febbre, mantenersi idratati è importante, quindi assicuratevi che il piccolo esploratore beva abbastanza acqua. Se la mamma sta ancora allattando, può offrire l'allattamento al seno più spesso del solito. I bambini febbricitanti generalmente hanno meno appetito, il trucco è offrire al piccolo buongustaio pasti leggeri e di porzioni ridotte durante il giorno. Le zuppe sono un'ottima idea, perché non solo sono nutrienti, ma aiutano anche a mantenere una buona idratazione.

ABBASSARE LA FEBBRE

Poiché la febbre è una reazione normale e naturale del corpo che combatte contro un agente patogeno, non è sempre utile somministrare al bambino medicine per far scendere la temperatura. Ecco perché è sempre meglio discuterne in anticipo con il pediatra. Dopo aver visitato il bambino, sarà in grado di dirvi se è necessario un trattamento. Potete anche chiedere consiglio al farmacista. Se il pediatra o il farmacista ritengono che sia necessario un trattamento per abbassare la febbre, generalmente avrete la scelta tra diverse forme: sciroppo, supposte o bustine. Mentre le supposte sono ottime per i bambini perché funzionano rapidamente, gli sciroppi sono consigliati per i più piccoli e i bambini più grandi. Sono facili da dosare e hanno il vantaggio di avere un gusto apprezzato.

REGOLARE LA TEMPERATURA

Una temperatura esterna ottimale può aiutare ad abbassare la febbre. Per esempio, provate a mettere il bambino in serenità in una stanza ventilata a una temperatura compresa tra 18 e 20 gradi. Evitate le stanze surriscaldate. Allo stesso modo, adattate l'abbigliamento coprendolo solo leggermente: è bene togliere alcuni strati di vestiti per far fuoriuscire il calore e quindi, in questo modo, far abbassare la sua temperatura. Certo, meglio non spogliarlo completamente per evitare che abbia troppo freddo.

COCCOLE

Quando il tuo piccolo avventuriero è malato, la migliore medicina è l'amore. Approfittate di questo momento tranquillo per leggere storie e coprirlo di abbracci.

QUANDO LA FEBBRE DIVENTA PERICOLOSA?

In un bambino sano, una febbre alta o moderata che dura meno di due giorni è teoricamente innocua. Tuttavia, è meglio non generalizzare, poiché bisogna sempre considerare il quadro generale dello stato di salute del bambino.

I genitori sono il miglior supporto quando i bambini hanno la febbre. Coccola il tuo bambino e donagli la forza di agire anche nei momenti di maggiore difficoltà.

Quando consultare urgentemente il medico o il pediatra:

  • il bambino ha meno di tre mesi: serve per escludere qualcosa di più grave di una lieve infezione;

  • le condizioni generali del tuo bambino peggiorano in modo significativo dopo un episodio di febbre per alcune ore, il tuo bambino si rifiuta di mangiare o bere, vomita, sembra letargico o svogliato;

  • il tuo bambino lamenta di forti mal di testa;

  • il respiro del bambino diventa difficile, più corto e più veloce o irregolare.

In Europa, circa il 2-5% dei bambini soffre di convulsioni febbrili. Si tratta di crisi epilettiche legate a un episodio di febbre. La maggior parte delle convulsioni febbrili si verifica tra i sei mesi e i cinque anni. Il principale segnale di pericolo è l'improvviso aumento della temperatura corporea. Il corpo del bambino si contrae in modo incontrollabile e il piccolo potrebbe svenire. Le convulsioni di solito durano da uno a cinque minuti. Sebbene possano essere impressionanti, non hanno alcun effetto sul cervello e non mettono in pericolo il tuo piccolo. Se la crisi dura meno di quindici minuti, non è necessario chiamare il numero unico di emergenza 112, tuttavia il bambino deve essere visitato dal medico o dal pediatra che cercherà la causa della febbre e si assicurerà che sia un convulsioni febbrili. Di tanto in tanto, nella vostra vita da genitore, dovrete sicuramente avere a che fare con gli episodi di febbre del vostro bambino. La cosa migliore da fare è seguire da vicino l'evolversi della situazione e, se necessario, chiedere consiglio al proprio pediatra. La febbre è del tutto naturale e spesso innocua.

Potrebbero piacerti anche questi articoli

Primo soccorso per neonati e bambini Artboard Copy 4 Created with Sketch. Artboard Copy 3 Created with Sketch.

Primo soccorso per neonati e bambini

Una caduta al parco giochi, una puntura d'insetto o una scottatura fatta su un fornello caldo. Anche se tieni sempre ...

  • 2 min
Nascita & primi giorni
Come organizzare l'armadietto delle medicine per i bambini? Artboard Copy 4 Created with Sketch. Artboard Copy 3 Created with Sketch.

Come organizzare l'armadietto delle medicine per i bambini?

I nostri piccoli esploratori sono imprevedibili e spesso si cacciano in qualche guaio di troppo. Meglio quindi non farsi ...

  • 3 min
Nascita & primi giorni
Il tuo bambino non dorme? Artboard Copy 3 Created with Sketch. Artboard Copy 4 Created with Sketch.

Il tuo bambino non dorme?

Sonno, croce e delizia! I pisolini dei nostri piccoli ci permettono di riposare un po' e dedicarci ad altre attività ...

  • 3 min
Tu e il tuo bambino