Madre e partner con neonato

Dieci cose che nessuno dice mai sul parto e sul post parto

A breve verrà alla luce quell'esserino che da nove mesi vi sta tenendo compagnia dal pancione. Ecco cosa scoprirete!

Nove mesi. Un pancino che diventa un pancione, una nuova vita che cresce ed è pronta a venire alla luce. Tanti buoni sentimenti – fatta forse eccezione per le nausee, che per chi ne soffre sono una delle cose più fastidiose della gravidanza – e la voglia di stringere al più presto tra le braccia quel piccolo cucciolo.

Quello che nessuno dice, però, è che il post parto non è così una passeggiata ed è fatto di qualche aspetto poco divertente che tutte le mamme devono trovarsi ad affrontare. Niente di così tragico, però insomma, è bene sapere che il post parto ha dei lati... tutt'altro che piacevoli. Tu, mamma, sei pronta a sapere che cosa ti aspetta? E tu, partner, sei pronto a vedere la tua dolce neomamma non proprio sexy e a porgerle la spalla quando le verrà qualche magone?

Ma prima: perché nessuno dice la verità sul parto e sul post parto?

La nostra società è abituata allo stereotipo della donna che butta fuori l'aria solo dalla bocca mentre ha le contrazioni, che sul lettino spinge tutta sudata ma con il pieno controllo di sé anche senza l'epidurale (ma chi ci riesce con tutto quel dolore?), che forse urla, ma dopo un paio di strilli sorride ed è come se nulla fosse mai accaduto. Cosa c'è di vero? Poco o niente.

I film ci raccontano una realtà cinematografica, di finzione, che quasi mai corrisponde a quello che poi la mamma si ritrova ad affrontare davvero. Certo, ogni parto è a sé, e tra la mamma che in preda al dolore continua dire di essersi pentita e quella che sembra che si sia giusto rotta l'unghia c'è una varietà di casistiche infinita.

Alcuni frangenti del parto e del post parto, però accomunano più o meno tutte, come queste dieci cose un po' scomode, forse, ma che ogni mamma è giusto che sappia.

Mother and son unpacking their LILLYDOO diaper subscription box

Prova i pannolini e le salviettine LILLYDOO gratis!

Scopri i nostri pannolini ideali per pelli sensibili, morbidi e super assorbenti. E non è tutto! Il pacchetto prova contiene anche le salviettine umidificate al 99% acqua.

Noi ti regaliamo i prodotti, tu paghi solo le spese di spedizione.

Dieci cose che forse non sai sul parto e il post parto

  1. In sala parto sembrerà di essere nel reparto operativo di una fabbrica.

    Un lettino, la mamma sopra, il papà che le tiene la mano e tutti lì in attorno in attesa di prendere come un pallone da rugby dopo un lancio il tuo bambino che sta per uscire. Non proprio: mentre le contrazioni si fanno sempre più forti e la mamma non desidera altro che quella tortura finisca ci sarà tutto un brulicare di persone che si preparano a svolgere i più svariati lavori. Le ostetriche che controllano la mamma, le infermiere che si preparano con i guanti e il necessario, che sterilizza i ferri. Attorno a voi ci sarà davvero un gran movimento.

  2. Potrebbero esserci delle lacerazioni.

    Niente di più normale. È comunissimo che si vengano a creare delle lacerazioni nella parte della mucosa vaginale e in zona perianale. La buona notizia è che probabilmente la mamma nemmeno se ne accorgerà. Forse i punti, passata l'anestesia, tireranno un po' e saranno un po' scomodi da gestire, ma potrebbe essere meno peggio di quanto si immagini.

  3. Il pancino potrebbe accompagnare la mamma ancora per un po'.

    Le vip che mostrano il ventre piattissimo a due giorni dal parto? A volte sono fortunate, altre volte non bisogna dimenticarsi che hanno fior fiori di massaggiatori, personal trainer e preparatori a loro disposizione. E per tutto il resto, c'è sempre il fotoritocco! Anche dopo il parto per qualche tempo la mamma potrebbe avere ancora un po' di pancino. È assolutamente normale, tempo qualche settimana e tutto tornerà al suo posto.

  4. La mamma avrà ancora qualche contrazione, anche dopo il parto.

    Si chiamano morsi uterini e sono contrazioni che fanno parte di un processo del tutto naturale che serve ad aiutare l'utero a recuperare al suo stadio pre-gravidanza e a bloccare le emorragie tipiche del dopo il parto. Sono involontari e aumentano durante l'allattamento del bambino, perché si attiva la produzione di ossitocina. Niente di cui preoccuparsi però: dopo le contrazioni del parto, i morsi uterini saranno come un po' di solletico per la neomamma!

  5. Vedrete assorbenti mai visti prima e la neomamma avrà una sorta di ciclo mestruale che dura 40 giorni.

    Assorbenti slim, extraslim, super sottili? Macché, dopo il parto, mamma, indosserai assorbenti di dimensioni mai viste. Questo perché per circa 40 giorni avrai le perdite del dopo parto, le lochiazioni, un fenomeno del tutto normale ma un po' fastidioso.

  6. Avrai delle mutande maxi, e di rete.

    Niente a che fare con le calze a rete: sono tutt'altro che sexy! Le mutande retate servono proprio a tenere al suo posto il maxi assorbente del punto 5. Alla meglio, potrai indossare delle mutande igieniche usa e getta.

  7. La mamma potrebbe soffrire di baby blues.

    Il dopo parto è un'altalena di emozioni in cui gli ormoni giocano un ruolo fondamentale. E spesso è tutt'altro che un momento facile per la neomamma, che si ritrova a dover fare i conti con il baby blues, un periodo – di breve durata – contraddistinto da tristezza, malinconia, irritabilità e fiumi di lacrime. Solitamente sparisce entro i 10 giorni dal parto. Non è da confondere con la depressione post parto, quindi, che è un problema che si protrae nel tempo, ben più serio del baby blues.

  8. Il piccolo potrebbe non essere proprio come te lo aspetti.

    Abbiamo l'idea che i bambini nascano tutti belli, delicati, con la pelle del colore della porcellana, pronti per una foto alla Anne Geddes. Niente di più falso. Può capitare che il tuo bambino sia anche un po' pelosetto, rosa scuro, imbronciato. Non fartene un cruccio: nel giro di un mese i neonati cambiano aspetto fisico in maniera sorprendente, e mese dopo mese si trasformeranno completamente!

  9. Non fatevi spaventare dal primo cambio pannolino!

    Le prime feci del vostro piccolo (chiamte meconio) saranno molto scure quasi nere. È così che il neonato espelle tutto quanto ingerito quando ancora era nella pancia. La buona notizia? È inodore. Ma non abituatevi troppo all'idea...

  10. Quando arriverà la montata lattea, mamma, sentirai il seno pronto ad esplodere.

    In genere 3 o 4 giorni dopo il parto arriva la montata lattea, il primo vero e proprio arrivo del latte materno dopo il colostro. Impossibile non accorgersene: il seno diventerà caldissimo, teso e potrebbe anche fare male. La sensazione sarà proprio quella di un palloncino pronto ad esplodere anche solo appena sfiorato! È una sensazione che si attenuerà con il tempo, ma per qualche tempo mamma dovrai portare pazienza…

L’avventura più incredibile della vita sta per cominciare, non abbiate timore, presto sarete bravissimi a gestire ogni difficoltà!

Potrebbero piacerti anche questi articoli

Aiuto, ma quella era una contrazione? Ecco come riconoscerle Artboard Copy 4 Created with Sketch.

Aiuto, ma quella era una contrazione? Ecco come riconoscerle

Facile dire contrazioni. Nessuna mamma sa cosa sono le contrazioni finché non le prova per la prima volta e, spesso, ...

  • 1 min
Nascita & primi giorni
Progettare la gravidanza: prepara il piano di nascita! Artboard Copy 2 Created with Sketch.

Progettare la gravidanza: prepara il piano di nascita!

Il tuo piccolo vedrà la luce tra pochi mesi e con lui la questione del parto diventa più chiara. Per prepararti nel ...

  • 6 min
Gravidanza
I primi giorni a casa con il bambino appena nato: e ora che si fa? Artboard Copy 4 Created with Sketch.

I primi giorni a casa con il bambino appena nato: e ora che si fa?

È finalmente ora di tornare a casa con il bambino! Un passo tanto atteso per iniziare una nuova vita nel nido familiare ...

  • 7 min
Nascita & primi giorni