Bambino con pannolino sul fasciatoio

Come si cambia un pannolino?

Tutti i consigli e i 5 step da seguire per diventare veri esperti!

Niente paura: cambiare il pannolino è un gioco da ragazzi, se sai come farlo!

Cambiare il pannolino può sembrare semplice, ma la prima volta può mandare in crisi i neogenitori. Apparentemente è un gioco da ragazzi: che ci vuole? In fondo, è soltanto un pannolino. Ma poi lo tirate fuori per la prima volta dalla confezione, lo guardate, e già vi assalgono i primi dubbi: quale sarà il verso giusto? Poi guardate il vostro bambino, così piccolo, così fragile... E adesso? Niente paura: con i suggerimenti giusti cambiare il pannolino al vostro bambino sarà davvero facile. E in men che non si dica diventerete cintura nera di cambio pannolino!

Regola numero uno: state tranquilli.

È una regola che vale sempre, quando avete a che fare con un neonato in generale e anche, nello specifico, quando dovrete per la prima volta cambiare il pannolino del vostro bambino. Niente paura! Se vi fate prendere dal panico il piccolo lo sentirà, si agiterà, magari inizierà a piangere... Inutile dire che l'impresa partirebbe con il piede sbagliato. Se avvertite di essere un po' agitati, fate un bel respiro e prendete consapevolezza: basta essere delicati. Per il resto, nella peggiore delle ipotesi avrete messo un pannolino al contrario, niente di irreparabile. La prossima volta andrà meglio.

Parola d'ordine: organizzazione.

La prima cosa a cui dovrete pensare quando vi ritroverete a fare il vostro primo cambio pannolino è preparare una zona di comfort per voi e per il vostro bambino, oltre ad avere tutto ciò che serve a portata di mano. Individuate un ambiente regolarmente riscaldato, perché i neonati inizialmente non sono in grado di termoregolarsi. Inoltre, preparate in anticipo tutto l'occorrente e tenetelo a portata di mano, vicino al fasciatoio o nella zona che avrete individuato come quella adibita al cambio. La zona dev'essere comoda per il bambino, che va appoggiato su una superficie piana e adeguatamente ammortizzata, e ad un'altezza comoda anche per voi. Importante, inoltre, che il bambino non venga mai lasciato incustodito: il rischio di cadute è molto alto. In caso dobbiate per forza allontanarvi dalla zona cambio, portate sempre il vostro bambino con voi.

Prova i pannolini e le salviettine LILLYDOO gratis!

Scopri i nostri pannolini ideali per pelli sensibili, morbidi e super assorbenti. E non è tutto! Il pacchetto prova contiene anche le salviettine umidificate al 99% acqua.

Noi ti regaliamo i prodotti, tu paghi solo le spese di spedizione.

Che cosa serve per il cambio pannolino?

Prima di tutto un pannolino di ricambio, ovviamente. Assicuratevi che la zona nursery ne sia sempre ben fornita. Meglio se i pannolini siano indicati per pelli sensibili, come i pannolini LILLYDOO, formulati per pelli delicate, super assorbenti, senza profumi e morbidi sulla pelle. Oltre ad un po' di acqua tiepida, inoltre, è importante avere a disposizione: una spugnetta, un detergente delicato formulato appositamente per neonati, le salviettine LILLYDOO al 99% acqua, delicatissime anche sulla pelle dei più piccoli, un asciugamano morbido e pulito, una pasta protettiva per il cambio pannolino, i body, i vestitini e le calzine di ricambio. Ricordatevi inoltre di proteggere sempre il fasciatoio o la zona adibita al cambio pannolino con i teli cambio, quelli LILLYDOO, super morbidi sono ideali per un cambio pannolino all’insegna della comodità e dell’igiene, a casa ma anche fuori dalla propria zona di comfort o in viaggio.

Eccoci: ora siamo pronti per il cambio pannolino

Siamo arrivati al momento cruciale: ora dobbiamo cambiare il pannolino. Come fare? Ecco passo dopo passo tutte le cose da fare.

  1. Slacciare la tutina nella zona gambe, sollevarla per liberare le gambine del bambino e slacciare il body nella parte inferiore. Ci sono vestitini che sono studiati appositamente per facilitare il cambio pannolino: sono particolarmente comode le tutine fornite di bottoncini nella parte delle gambe, che si possono completamente aprire senza il bisogno di sfilare completamente la tutina. In caso il bambino debba fare anche il bagnetto e abbiate un po' di paura, almeno per le prime volta, di sfilargli i vestiti dalla testolina, scegliete, oltre alle tutine completamente apribili grazie ai bottoni, i body fatti a kimono, che si sfilano semplicemente dalle braccia.

  2. Aprire il pannolino con delicatezza, staccando i nastri laterali, e poi sollevare leggermente le gambine del piccolo: se ha fatto la cacca, così, evitate di sporcare lui e il fasciatoio. Non di rado, capita, soprattutto ai maschietti, di fare pipì a fontanella non appena vengono liberati dal pannolino: una bella dimostrazione di quanto questi piccoli esploratori amino fin da piccolissimi la libertà! Quindi fate attenzione: possibili docce in arrivo. Per ovviare al problema, si può posare un asciugamano sul pisellino fino al momento del lavaggio.

  3. Pulire i genitali. Se il piccolo ha fatto la cacca, potete pulire prima la zona con le salviettine LILLYDOO umidificate e poi procedere al lavaggio con acqua tiepida e sapone appositamente formulato per le pelli sensibili dei più piccoli. Premuratevi di lavare bene anche la zona inguinale e, per le femminucce, la zona fra le piccole e le grandi labbra, dove potrebbero depositarsi le feci e procurare irritazioni e infezioni. Meglio non sfregare quelle zone, così delicate: piuttosto, tamponatele con un panno morbido.

Ricorda, quando pulisci la zona del pannolino, il movimento deve sempre essere fatto dal davanti al dietro e non il contrario, per evitare che i batteri della zona anale passino in quella genitale.

4. Asciugate accuratamente la zona con un asciugamano morbido e mettete un pannolino pulito. Alzate le gambine, infilate la parte posteriore del pannolino sotto il sederino, abbassatele, portate in avanti la parte anteriore del pannolino, che deve coprire i genitali, e chiudete con le apposite chiusure. Fate attenzione a non sollevare mai il vostro bambino per le gambe: le sue anche ne risentirebbero. Il pannolino deve essere aderente a tutti i lati ma non costringere: potrebbe dargli fastidio e lasciare segni sulla pelle. Se riuscite ad infilare comodamente una o due dita nella parte superiore del pannolino allora vorrà dire che lo avrete messo correttamente e, di conseguenza, si adatterà perfettamente al piccolo. Per i neonati, il cui ombelico non è ancora completamente guarito, i pannolini LILLYDOO delle taglie 1 e 2 hanno un taglio all’altezza dell’ombelico per non irritare inutilmente questa zona sensibile.

5. Rimettete il body, riallacciate la tutina e rimettete le calzine.

Ecco fatto: operazione compiuta! Il vostro bimbo ora è bello pulito e pronto a... sporcarsi di nuovo!

Potrebbero piacerti anche questi articoli

I consigli per fare il bagnetto al tuo bambino Artboard Copy 3 Created with Sketch.

I consigli per fare il bagnetto al tuo bambino

Mamma, papà, è arrivato il momento di fare il bagnetto al vostro piccolo! Che sia il primo (di una lunga serie) o siate ...

  • 4 min
Tu e il tuo bambino
Massaggio infantile: i benefici per il tuo bambino Artboard Copy 3 Created with Sketch. Artboard Copy 4 Created with Sketch.

Massaggio infantile: i benefici per il tuo bambino

I primi mesi di vita del tuo bambino sono fondamentali per instaurare tra di voi un rapporto unico, fatto di sensazioni ...

  • 3 min
Tu e il tuo bambino
Non dormo più: consigli per i genitori privati del sonno Artboard Copy 3 Created with Sketch.

Non dormo più: consigli per i genitori privati del sonno

Il riposo è fondamentale, come anche la routine per il bambino. “Dormi adesso che poi vedrai…”: è una delle frasi che ...

  • 3 min
Tu e il tuo bambino