• 3 min

Durante la gravidanza, la maggior parte dei genitori in attesa si pone una domanda di base:

Come chiameremo nostro figlio?”. Decisione, che detto tra noi, non è delle più facili da prendere! Che tu stia cercando un nome da bimba o da bimbo, abbiamo raccolto 9 consigli per fare la scelta giusta. Perché se alcuni genitori si accordano facilmente sul nome, per altri può rivelarsi un vero grattacapo!

Noi di LILLYDOO abbiamo voluto darti una mano. Così, grazie alla nostra app LILLYDOO, disponibile su Apple iOS e Android, è ora puoi tra più di 13 mila nomi. L’app e i 9 consigli che seguono ti aiuteranno a trovare di certo il nome che ti ruberà il cuore!

1. PRENDITI IL TUO TEMPO E NON PRENDERE UNA DECISIONE ALLA LEGGERA

La regola numero uno nella scelta del nome per il tuo bambino è prenderti il tuo tempo, senza fretta! Dovrai scegliere un nome di cui essere orgogliosa e che sicuramente amerai di nuovo tra 20 anni. Dopotutto, tuo figlio lo porterà per tutta la vita! Scegliendo il nome, dai a tuo figlio la sua identità, il che merita un'attenta considerazione!

2. SCEGLI IL NUMERO ADATTO DI NOMI

In Italia all'anagrafe si può dare al bambino un massimo di tre nomi, mentre sul registro di battesimo possono esserne indicati anche di più, che però non saranno validi per lo Stato italiano. Tuttavia, ricorda che tanti nomi potrebbero essere una scocciatura per il tuo piccino: ogni volta che dovrà firmare qualche documento importante, dovrà farlo col nome intero. Spesso chi sceglie più nomi vuole tramandare un nome di famiglia e rendere omaggio ai suoi cari.

3. PENSA AI VANTAGGI E AGLI SVANTAGGI DI UN NOME ALLA MODA O ORIGINALE

In Italia esiste qualche restrizione per i nomi da dare ai figli: per esempio, non si possono dare nomi considerati ridicoli (come per esempio, il nome di un giorno della settimana), non si può aggiungere Junior o Jr al nome di battesimo (ma si può dare il nome del padre come secondo nome), non si possono dare nomi di personaggi storici negativi, o nomi maschili alle femmine e viceversa, fatta eccezione per Andrea. Sta a te capire quanto originale vuoi che sia il nome del tuo piccolo, considerando però che, come tutte le cose, questa scelta ha vantaggi e svantaggi.

4. ASSOCIA IL NOME (I) AL COGNOME

In generale, se il cognome che avrà il piccolo è lungo, è meglio scegliere un nome breve. Al contrario, se il cognome è breve, puoi utilizzare un nome più lungo. Così trovi l'equilibrio perfetto. È sempre meglio scrivere il nome (i) accanto al cognome e dirlo ad alta voce, per vedere se suonano bene insieme e viceversa, prova il cognome seguito dal nome.

5. SCEGLI UN'ORTOGRAFIA SEMPLICE

Con un nome, tutto è possibile! Puoi dare il via libera alla tua fantasia, non ci sono limiti e non ci sono regole per quanto riguarda l'ortografia. Tuttavia, tieni presente che i nomi originali devono poi essere scritti. Con alcuni nomi a volte è addirittura necessario lo spelling. Tienine conto quando fai la tua scelta.

6. DAI UN'OCCHIATA AL SIGNIFICATO DEL NOME

Se non sai che nome scegliere, puoi trarre ispirazione dal suo significato. Il significato del nome è un vero e proprio messaggio, che può dire molto sul tuo piccolo. Pensa a Vittoria come buon auspicio per la tua bambina o a Francesco, che significa “colui che è franco”, quindi sincero!

7. PENSA AI PRO E AI CONTRO DEI NOMI ABBREVIATI

Negli ultimi anni il trend dei nomi abbreviati va forte: pensiamo a un Alex o a una Jenny... Corti e comodi. Però, se opti per un diminutivo, tuo figlio dovrà sicuramente rispondere regolarmente alla seguente domanda: “Questo è il tuo vero nome o un diminutivo?”.

8. CONTROLLARE LA TRADUZIONE E IL SIGNIFICATO DEI NOMI NELLE LINGUE STRANIERE

Se tu o la tua famiglia non vivete all'estero, all'inizio questo aspetto potrebbe sembrarvi superfluo. Ma tieni presente che in seguito tuo figlio potrebbe voler studiare o trasferirsi in un altro paese. In effetti, all'estero, alcuni nomi di battesimo possono sollevare domande o sorrisi beffardi. Per esempio, il nome femminile Mona significa “scimmia” in spagnolo, così come Anne (con la e finale), è la traduzione turca di “mamma”. Quindi, se ti aspetti che diventi un po' cosmopolita, prendi in considerazione di dare un'occhiata alle traduzioni e ai significati in altre lingue. Lo stesso vale per la pronuncia!

9. LASCIATI ISPIRARE ...dal bebè

Chi meglio del vostro piccolo saprà suggerirvi il nome perfetto? Se proprio non riuscite a decidere e il grande giorno ormai sta per arrivare, individua insieme al tuo partner due o tre nomi e aspettate di tenere tra le braccia il vostro fagottino. Basterà uno sguardo…stanne certa!

Qualunque sia il nome che sceglierai, la cosa più importante è che tu e il tuo partner siate felici! Puoi condividerlo con i tuoi cari sin dall'inizio se lo desideri, ma cerca di non prendere troppo in considerazione i loro consigli. Qualcuno si opporrà sempre al tuo nome preferito, ma la scelta è tua, vostra: solo vostra!

Potrebbero piacerti anche questi articoli

Borsa per il parto: come prepararsi al grande giorno Artboard Copy 2 Created with Sketch.

Borsa per il parto: come prepararsi al grande giorno

Terzo trimestre di gravidanza, il grande giorno è sempre più vicino! Stai vivendo tante emozioni, una su tutte il ...

  • 4 min
Gravidanza