• 4 min

Mamma, papà, è arrivato il momento di fare il bagnetto al vostro piccolo. Che sia il primo (di una lunga serie) o siate già abituati, solo nei film si vede il piccolo pesciolino ridere e divertirsi in mezzo alle bolle: solitamente sono pianti e fastidi. Come fare a renderlo un'occasione piacevole per tutti, bambino e voi genitori? Abbiamo raccolto una serie di consigli pratici per far sì che il bagnetto diventi un momento fatto solo di sorrisi, eliminando lo stress e stabilendo una connessione più profonda col cucciolo, al di là della funzione di pulizia.

Quando fare il bagnetto al tuo cucciolo?

È un fatto poco noto, ma non c'è un gran bisogno di lavare il tuo neonato. I bambini sani nascono con uno speciale rivestimento, chiamata vernix caseosa, che è una sostanza oleosa che aiuta a regolare la temperatura, mantenendo la pelle idratata. Fino a quando il cordone ombelicale non cade (di solito entro la seconda settimana di vita), puoi usare una spugna o un panno, imbevuto di acqua calda. Puliscilo delicatamente tra le pieghe della pelle, sotto il collo e dietro le orecchie. Dopo che l'ombelico sarà guarito, puoi iniziare a fare il bagnetto al tuo bambino una o due volte alla settimana. Ovviamente, una volta che i bambini iniziano a gattonare, esplorare e mangiare (ovvero lanciare!) cibi solidi, si sporcano più velocemente. Tra un bagnetto e l'altro (possibilmente ogni 1-2 giorni), mantieni il viso, le mani, il collo e il sederino puliti con un panno caldo e umido.

Che tipo di vaschetta usare?

Per evitare scivolamenti, si consiglia di utilizzare una vaschetta sagomata o una con fascia interna per il supporto del bambino. Quando il tuo bambino inizia a gattonare (a circa 6 mesi), la normale vasca da bagno dovrebbe andare bene con un livello d'acqua molto basso. Anche se è ovvio, non lasciare mai il piccolo non sorvegliato durante il bagnetto.

Come introdurre il tuo bambino al momento del bagnetto

Che tu canti ninna nanne o leggi ad alta voce le sue fiabe preferite, l'ora del bagnetto offre incredibili opportunità di legame tra te e il tuo piccolo e il contatto skin to skin è fondamentale per lo sviluppo sensoriale del piccino.

Mentre alcuni bambini si divertono a fare gli spruzzi con l'acqua, altri invece non lo sopportano. Proprio come ogni nuova esperienza, può essere all'inizio difficile da accettare. Introduci il tuo cucciolo al bagnetto:

  • Usando una voce rassicurante.

  • Scegliendo un momento in cui il tuo bambino è rilassato, non quando è stanco o subito dopo aver mangiato.

  • Facendo il bagno con lui.

  • Usando una tazza per versare delicatamente l'acqua sulla cute per rimuovere shampoo e sapone.

  • Misurando la giusta temperatura dell'acqua e della stanza.

Dopo il bagnetto, asciuga delicatamente la pelle del tuo bambino e avvolgilo in un accappatoio con cappuccio per scaldarlo dalla testa ai piedi).

Non disperarti se all'inizio il tuo bambino piangerà!

Alcuni genitori iniziano a colpevolizzarsi se durante i primi tentativi di bagnetto ci mettono tanto tempo nel farlo o se il bambino urla e si dispera. È normale, diventerete sempre più bravi col passare del tempo. Non preoccuparti troppo se al tuo bambino non piace fare il bagno all'inizio: dopo poche settimane si abituerà e inizierà a goderselo.

Stabilisci una routine

Quando decidi di fargli il bagnetto, cerca di mantenere la stessa routine ogni volta. Questo aiuta il tuo bambino a capire cosa sta succedendo e a sentirsi al sicuro. Sarai tu a individuare quale è il momento migliore per il bagnetto. Alcune mamme preferiscono farlo la sera prima di andare a dormire, per regalare al piccolo un momento di coccole e relax, ma non tutti i bambini sono uguali, alcuni con il bagnetto si eccitano e allora è opportuno farlo al mattino per iniziare la giornata con il pieno di energia!

Se è un po' più grandicello, spiegagli ogni passaggio in modo che possa capire e poi man mano che cresce, replicare i movimenti.

Qual è la temperatura migliore per il bagnetto?

La temperatura dell'acqua giusta si deve aggirare intorno ai 37°C. Per misurarla, usa il gomito o il polso. Prima di mettere il bambino in acqua, mescola l'acqua con la mano per disperdere eventuali punti bollenti.

Mantieni calda anche la stanza da bagno

Dal momento che i bambini si raffreddano facilmente, la stanza dovrebbe essere priva di correnti d'aria e tenuta al caldo (circa 24°C). Durante i mesi invernali, considera l'utilizzo di una stufa elettrica a una distanza di sicurezza. Anche mettere un asciugamano caldo e umido sulla pancia del tuo bambino può impedirgli di prendere il raffreddore.

Qual è il modo migliore per tenere il mio bambino nella vasca?

Una presa sicura aiuterà il tuo bambino a sentirsi a suo agio e a stare al sicuro nella vasca. Usa il tuo braccio non dominante per sostenere la testa e il collo del tuo bambino e l'altro per tenere e lavare il corpo immerso nell'acqua. Se ne hai necessità per indolenzimento, puoi fare cambio braccio.

Cosa lavare prima?

La maggior parte dei genitori inizia con il viso del bambino e poi si sposta verso le parti più sporche del corpo. Ciò impedisce alle aree risciacquate di diventare nuovamente insaponate.

Devo lavare i capelli del mio bambino?

Se il tuo neonato ha i capelli e pensi che abbiano bisogno di essere lavati, procedi. Con la mano libera massaggia delicatamente una goccia di shampoo delicato per bambini sul cuoio capelluto del tuo bambino. Risciacqua lo shampoo con una tazza piena d'acqua o un panno umido, passando una mano sulla fronte del tuo bambino per evitare che la schiuma vada negli occhi.

La lozione dopo il bagnetto aiuta a prevenire le eruzioni cutanee?

La maggior parte dei neonati non ha bisogno di una lozione dopo il bagno. Se la sua pelle è molto secca, applica una piccola quantità di crema idratante per bambini non profumata sulle zone interessate. Il massaggio potrebbe far sentire bene il tuo bambino. Se la secchezza persiste, potrebbe voler dire che stai facendo il bagno al tuo bambino troppo spesso.

Che prodotti usare?

Utilizza solo acqua e prodotti studiati per i neonati. Puoi iniziare a usare il sapone non profumato dopo il mese di vita, ma fai attenzione a usarne solo una piccola quantità per non danneggiare la pelle del tuo bambino. I bambini con i capelli più lunghi potrebbero aver bisogno di una goccia di shampoo delicato sui capelli bagnati.

Ricordati che il tuo bambino è molto sensibile al tuo stato d’animo, sarai tu a stabilire l’atmosfera. Scrolla via l’ansia da prestazione, prepara la spa per il tuo pesciolino e buon bagno!

Potrebbero piacerti anche questi articoli

Massaggio infantile: i benefici per il tuo bambino Artboard Copy 3 Created with Sketch. Artboard Copy 4 Created with Sketch.

Massaggio infantile: i benefici per il tuo bambino

I primi mesi di vita del tuo bambino sono fondamentali per instaurare tra di voi un rapporto unico, fatto di sensazioni ...

  • 3 min
Tu e il tuo bambino
I primi dentini del bambino: a che età spuntano e come dare sollievo? Artboard Copy 3 Created with Sketch.

I primi dentini del bambino: a che età spuntano e come dare sollievo?

L'arrivo dei primi dentini è spesso un momento tanto atteso… e anche un po' temuto! Quando finalmente i piccoli incisivi ...

  • 5 min
Tu e il tuo bambino
I primi passi del bambino: a che età si fanno e come aiutarlo? Artboard Copy 3 Created with Sketch.

I primi passi del bambino: a che età si fanno e come aiutarlo?

Il tuo bambino si tira già in piedi e inizia a mettere goffamente un piede dopo l'altro. Un evento che se da un lato, ...

  • 7 min
Tu e il tuo bambino